Differenze tra le versioni di "Chiesa di San Niccolò Oltrarno"

nessun oggetto della modifica
Il primo documento che ne testimonia l'esistenza è una bolla papale del [[1184]]. Di quel periodo mantiene solo la cripta del XII secolo, a cui si accede da un ambiente attiguo. Fu largamente ristrutturata nel XV secolo per volontà di Bernardo Quaratesi, colui che commissionò a [[Gentile da Fabriano]] il ''Polittico Quaratesi'' ([[1425]]), oggi smembrato e diviso in vari musei. I lavori di restauro resi necessari in seguito all'alluvione del [[1966]] hanno permesso di rinvenire alcuni frammenti dell'originaria decorazione quattrocentesca, fra cui un affresco di ''Sant'Ansano'' attribuito a [[Francesco D'Antonio]].
 
Nella CappellkaCappella Gurdini si trovava la tavola da altare di [[Masolino da Panicale]] raffigurante l<nowiki>'</nowiki>''Annunciazione'' ([[1425]]-[[1430]]) , oggi alla [[National Art gallery]] di [[Washington D.C.]].
 
Nella cappella Gianni c'è conservato il [[cenotafio]] di [[Astorre Gianni]]: i Gianni furono i primi proprietari del vicino [[palazzo Gianni-Lucchesini-Vegni]].
 
Nel secolo successivo il [[Vasari]] le dette una nuova sistemazione inserendo altari monumentali con dipinti del [[Poppi (pittore)|Poppi]], dell'[[Empoli (pittore)|Empoli]] e del Curradi.
237 472

contributi