Differenze tra le versioni di "Radiointerferometro"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  13 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
m
m
I radiointerferometri più piccoli, come VLA, funzionano in modo relativamente semplice. Consideriamo il sistema più semplice, formato da due antenne collegate fra loro che ricevono un segnale proveniente dallo stesso oggetto. È ovvio che il [[fronte d'onda]] non colpisce le due antenne contemporaneamente, dunque si misurerà un ritardo fra le onde radio. I segnali ricevuti vengono inviati ad uno strumento detto ''correlatore'', che li fa interferire ottenendo una figura a frangia d'interferenza. Tale figura viene poi studiata per trarre le conclusioni sull'oggetto.
 
Per quanto riguarda le reti di interferometri, come VLBIVLBA, esse funzionano in modo piuttosto diverso, perché è impossibile collegare fisicamente dei radiotelescopi posti a grande distanza l'uno dall'altro. Ciascuna antenna registra la posizione del [[vettore di Poynting]], ovvero la posizione dei campi elettrico e magnetico che formano l'onda radio, nello stesso istante, regolandosi con un [[orologio atomico]]. Noti questi dati, è possibile far interferire i segnali in un momento successivo, ottenendo ancora una figura di interferenza. Strumenti simili possono però operare solamente a grandi lunghezze d'onda; nelle onde elettromagnetiche a [[frequenza]] più alta, come la luce visibile, le informazioni contenute nel vettore di Poynting vengono perse non appena il fronte d'onda colpisce il telescopio.
 
 
91

contributi