Differenze tra le versioni di "Zigrinatura"

nessun oggetto della modifica
(typos)
'''Zigrinatura''' è sinonimo di [[godronatura]], superficie a rilievo ottenuta tramite il passaggio a pressione di rulli scanalati sulla superficie dapprima liscia di un pezzo cilindrico (direzione radiale). La pressione dei rilievi dei rulli schiaccia il metallo del pezzo e lo fa risalire negli incavi delle scanalature, questa operazione viene tecnicamente richiesta per una esteticità del pezzo e per una migliore impugnatura.
 
La zigrinatura si ottiene generalmente al [[tornio]] ed è una delle poche operazioni dove non vi è asportazione di [[truciolo]] (l'altra è la [[maschiatura]] a rullare) e quindi un'operazione di "ricalcatura". La zigrinatura, per quanto concerne i pezzi di piccole dimensioni, si può eseguire mediante l'ausilio dell'[[autocentrante]] quindi il pezzo viene posto tra autocentrante e [[contropunta]]. Quando, invece, ci troviamo di fronte a pezzi di media lunghezza, la zigrinatura si esegue collocando, dopo aver montato la [[brida]] all'estremità del pezzo, tra punta e contropunta. Quindi la zigrinatura viene eseguita nel tempo che ci è dato dal tirante <math>= L/a*n</math> dove "L" è la lunghezza da zigrinare e "a" è l'avanzamento, cioè lo spazio tra i filetti, ed "n" è il numero di giri in corrispondenza della velocità scelta.
La zigrinatura viene effettuata alla fine di un ciclo su un pezzo a forma cilindrica essendo, come già detto, un'operazione di ricalcatura. L'operatore, per rispettare la quota, ovvero il diametro, esegue la zigrinatura su un pezzo di forma cilindrica di diametro di 8/2 al di sotto del diametro prestabilito, questo perché durante la fase di lavorazione si ha una crescita di materiale.
 
Utente anonimo