Differenze tra le versioni di "Lord Soth"

2 byte rimossi ,  12 anni fa
m
Bot: Correzione tag
m (Sistemazione automatica della disambigua: Orco)
m (Bot: Correzione tag)
Mentre Takhisis stava tentando di entrare in [[Krynn]] nella sua forma fisica, Soth era al comando della sua legione di non morti. Sotto il suo comando, un grande numero di creature non morte (inclusi molti dei suoi seguaci cavalieri della morte e banshee con carri trainati da viverne) aprì una breccia in Palanthas, la Città mai Conquistata. Comunque sia, Soth aveva i suoi motivi. Il suo scopo era non di servire Takhisis, ma di acquisire l'anima di uno dei suoi generali, un Sommo Signore dei [[Creature di Dragonlance#Draghi|Draghi]], la donna umana [[Kitiara Uth Matar]]. La natura autosufficiente e la forte vitalità della donna avevano riacceso in qualche modo il suo cuore di non morto, ed egli voleva farla divenire la sua consorte eterna.
Comunque, a causa della slealtà di uno dei suoi servitori, Caradoc, il suo piano andò in fumo.</br>
 
Il [[gioco di ruolo]] per PC ''Death Knights of Krynn'' (nel quale Soth è rappresentato) è ambientato durante questa era.
===Dominio in Ravenloft===
Le nebbie di Ravenloft strapparono Soth e Caradoc da Krynn mentre i due combattevano e li divise. Quando le nebbie di Ravenloft presero Soth, lui fu portato nel dominio di Barovia. Volendo ritornare a Krynn, Soth cercò Strahd Von Zarovich, il sovrano del dominio sperando che Strahd l'aiutasse.</br>
Strahd tentò di usare Soth a suo vantaggio, ma questo gli costò per fortuna un solo [[drago]] rosso, il quale era uno dei suoi guardiani del castello. Dopo una serie di avventure con la ragazza Vistani Magda e il tasso mannaro Azrael Dak, Soth aveva scoperto che Strahd stava nascondendo Caradoc presso di sè. Soth attaccò incessantemente Strahd e il vampiro non ebbe nessuna alternativa al rilascio di Caradoc per tenere il suo dominio integro. Soth inseguì poi Caradoc finché finalmente lo catturò sull'orlo delle Nebbie.
 
2 901 158

contributi