Differenze tra le versioni di "Ferrovia Rimini-Novafeltria"

Il tracciato previsto, con scartamento a 950 [[millimetro|mm]], partiva dalla stazione di Rimini Centrale, posta nei pressi della omonima [[stazione ferroviaria]] della [[Ferrovia Bologna-Ancona]], e proseguendo sempre lungo la destra della valle del fiume [[Marecchia]] raggiungeva il centro dell'allora Mercatino Marecchia (comune con 5000 abitanti nel [[1911]]).
 
La ferrovia fu aperta al traffico con trazione a vapore il 21 giugno [[1916]] tra Rimini e [[Verucchio]] (sezione di 18 km), nel [[1921]] fu raggiunta San Marino-Torello (poi semplicemente Torrello con l'apertura al traffico della [[Ferrovia Rimini-San Marino]]) e fu completata l'anno dopo, con l'apertura il 18 giugno [[1922]] della rimanente sezione verso il capolinea di Mercatino Marecchia (in totale 33,8 km).
 
La lunghezza di costruzione risultò essere di 35.626 m (di cui 12.626 m in sede stradale e 9.450 m in sede protetta), mentre la lunghezza di esercizio risultò essere di 35.576 m. La pendenza massima fu contenuta entro il 30 per mille con un raggio minimo delle curve di soli 70 m; l'armamento era costituito da rotaie di 22,5 kg/m per 19.567 m e rotaie di 25,5 Kg/m per 16.059 m per cui la velocità massima ammessa fu di soli 40 km/h. La ferrovia era allacciata al [[porto]] di Rimini da un raccordo lungo 1.797 m.
Utente anonimo