Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione ,  11 anni fa
m
Bot: apostrofo dopo l'articolo indeterminativo
Nell'universo immaginario di [[Star Trek]], il '''Cantiere navale di Utopia Planitia''' è un' ampio cantiere orbitale della [[Federazione Unita dei Pianeti]] in orbita geosincrona con la vona di [[Utopia Planitia]] sul pianeta [[Marte (astronomia)|Marte]]. Il cantiere è famoso per lo sviluppo e la costruzione di astronavi per la [[Flotta Stellare (Star Trek)|Flotta Stellare]]. La struttura include molti porti di attracco e la stazione spaziale è dotata di molti laboratori dove vengono sviluppate le astronavi federali. Tra le astronavi prodotte da questi cantieri si segnalano la [[USS Enterprise (NCC-1701-D)|USS ''Enterprise'' (NCC-1701-D)]] la [[USS Galaxy (NCC-70637)|USS ''Galaxy'' (NCC-70637)]], la [[USS Defiant|USS ''Defiant'']] (NX-74205), la [[USS Voyager (NCC-74656)|USS ''Voyager'']] (NCC-74656) e la USS ''Sao Paulo'' (NCC-75633). Il Capitano [[Benjamin Sisko]] lavorò a Utopia Planitia tra il 2367 e il 2369, sovraintendendo lo sviluppo della [[classe Defiant]]. Nel 2371 l'astronave ''Fradrickson'' (NCC-42111) venne sottoposta ad un aggiornamento dai cantieri di Utopia Planitia. I Cantieri sono stati visti nell'episodio ''Relativity'' del telefilm [[Star Trek - Voyager]].
 
É posizionata in orbita geosincrona sopra la regione di Utopia Planetia su Marte, dove si trovano altre strutture di costruzione dei Bacini di Flotta.
2 748 396

contributi