Apri il menu principale

Modifiche

m
Corretto wikilink
I bloccanti in alpinismo vengono utilizzati per aiutare la progressione su corde fisse, oppure per permettere la risalita su corda o al secondo di cordata, o all'arrampicatore che sia sceso dall'alto per ispezionare una parete. Si utilizzano di solito dei bloccanti tipo "maniglia", singoli per assistenza su risalita su pendio, a coppie per risalita su sola corda.
 
Vi sono bloccanti studiati per poter essere utilizzati in sostituzione dei [[nodo|nodi]] autobloccanti quando si effettua una [[discesa ain corda doppia]]; ne è un esempio il modello ''Shunt'' della [[Petzl]], utilizzabile appunto su corda doppia.<ref name=shunt>[http://en.petzl.com/ProduitsServices/B03_SHUNT_B03200-07-1.pdf petzl.com - manuale di utilizzo del modello Shunt] {{pdf}}</ref>
 
[[Immagine:ascenders-closed.jpg|right|thumb|250px|Due modelli di bloccante ventrale per speleologia]]
===Speleologia===
Vengono utilizzati per risalita di pozzi con la tecnica su sola corda. Si utilizza un bloccante tipo "maniglia", legato all'[[imbragatura]] da una [[speleologia#Materiali per progressione|longe]] e dotato di un'apposita staffa, unito ad un bloccante cosiddetto "ventrale", ovvero un bloccante modificato ed accorciato che viene legato direttamente al [[maillon rapide]] dell'imbragatura e viene tenuto teso da apposite estensioni dell'imbragaturadella stessa. Si progredisce in questo modo:
* appesi al bloccante ventrale, si sposta più in alto possibile la maniglia
* agendo con i piedi sulla staffa della maniglia, ci si porta in alto, sollevando il bloccante ventrale
3 475

contributi