Potenziale di Lennard-Jones: differenze tra le versioni

m
tolto link errato
Nessun oggetto della modifica
m (tolto link errato)
Il '''potenziale di Lennard-Jones''' è il più noto e il più usato dei [[potenziale|potenziali]] [[Legge empirica|empirici]] per descrivere l<nowiki>'</nowiki>[[interazione]] interatomica ed intermolecolare.
 
A distanze interatomiche o intermolecolari molto piccole le [[orbitale|nubidensità elettroniche]] si sovrappongono generando [[forza|forze]] repulsive molto intense, caratterizzate da un [[raggio d'azione]] molto corto e dal fatto che crescono rapidamente all'avvicinarsi delle molecole. Per esse non esiste un'equazione ricavata [[teoria|teoricamente]] che le descrive, dunque ci si deve affidare ad alcune funzioni potenziali empiriche.
 
La più famosa di esse (''legge 12-6''<ref>il termine ''12-6'' fa riferimento ai valori degli esponenti nell'espressione del potenziale di Lennard-Jones.</ref>), che comprende anche la parte attrattiva dovuta all'[[Forza di Van der Waals|interazione di van der Waals]], è il potenziale proposto nel 1931 da [[John Lennard-Jones]] all'[[Università di Bristol]]:
108

contributi