Differenze tra le versioni di "Esarhaddon"

nessun oggetto della modifica
m (Bot: Aggiungo: sv:Assarhaddon)
}}
 
Ebbe il regno in eredità dal padre [[Sennacherib]] nel [[681 a.C.]], di cui era l'ultimo figlio, soprattutto grazie al favore della madre aramearamea Naqi'a: il problema della successione regale, che coinvolgeva tutta l'alta società assira, vedeva protagonista gran parte della classe dirigente e della famiglia regale. Benché designato dallo stesso [[Sennacherib]], Esarhaddon dovette affrontare i fratelli maggiori in un guerra fratricida che lo vide vincitore solamente nel [[669 a.C.]].
 
Mosso da una certa preoccupazione di carattere religioso, interruppe le innovazioni paterne e riprese la tradizione di [[Sargon II]], con diverse esenzioni per la città di [[Assur (città)|Assur]]. Inoltre attuò una politica a favore di [[Babilonia]], riportando in città gli idoli sottratti precedentemente dal padre e finanziando parte delle ricostruzioni, anche con cessioni di terre. Anche i centri limitrofi godono delle restaurazioni dell'epoca.
Utente anonimo