Differenze tra le versioni di "Metessi"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  12 anni fa
Il concetto di metessi collegato a quello di mimesi (imitazione) riaffiora nel pensiero neoplatonico di Vincenzo Gioberti a proposito del movimento circolare che collega l'uomo a Dio che come creatore dell'esistente, di creature simili a lui realizza in una fase discendente il momento della imitazione («L'Ente crea l'esistente»); quando invece il mondo e gli uomini in una fase ascendente ritornano a Dio si attua il momento della metessi per cui «l'esistente torna all'Ente».
 
==BobliografiaBibliografia==
*Maurizio Migliori, ''Dialettica e Verità. Commentario filosofico al Parmenide di Platone'', Vita e Pensiero Edizioni, Collana Temi metafisici e probl. del pens. ant.,2000
*Maurizio Migliori,''Platone e Aristotele. Dialettica e logica'' Morcelliana Edizioni, Collana Filosofia 2008
97 414

contributi