Differenze tra le versioni di "Joseph Kosuth"

nessun oggetto della modifica
 
Oltre al suo lavoro come artista, ha scritto molti libri sulla natura dell'arte e degli artisti, tra i quali ''L'artista come antropologo'' (''Artist as Anthropologist''). Nel suo saggio ''L'Arte dopo la Filosofia'' (''Art after Philosophy'', [[1969]]) sosteneva che l'arte è una continuazione della [[filosofia]], che vedeva essere giunta alla fine. Come i [[situazionismo|situazionisti]], rifiutava i formalismi come esercizi di [[estetica]].
 
==Collegamenti esterni==
* [http://dreher.netzliteratur.net/3_Konzeptkunst_Kosuth.html Thomas Dreher: Joseph Kosuth - "Zero & Not" 1985-86]
 
 
Utente anonimo