Differenze tra le versioni di "Terremoto di Sansepolcro del 1948"

{{S|Roma|geologia}}
(Nuova pagina: {{S|Sansepolcro|}} {{F|argomento=geografia|data=giugno 1948}} Il '''terremoto di Sansepolcro'' fu un forte sisma che interessò l'Alta Valle del Tevere con epicentro n...)
 
({{S|Roma|geologia}})
{{S|SansepolcroRoma|geologia}}
{{F|argomento=geografia|data=giugno 1948}}
Il '''terremoto di [[Sansepolcro]]'' fu un forte sisma che interessò l'Alta Valle del Tevere con epicentro nella zona di Sansepolcro il 13 giugno [[1948]] e con un'intensità massima del [[scala Mercalli|IX grado Mercalli]], di 8 secondi di durata. Una seconda scossa si verificò alle ore 10. Alle 13,50 e alle 14,20 nuove scosse di assestamento. 15 case sono parzialmente distrutte, 2.500 i senzatetto, una vittima (una donna morta a causa del crollo di parte della volta della chiesa di San Francesco). I danni sono stimati in un miliardo di lire. Si allestirono accampamenti fuori Porta del Ponte, in Viale Diaz, Viale Vittorio Veneto e nei pressi di Porta del Castello. Il Governo inviò tende e medicinali, il Papa pasta, riso e zucchero. Giunsero in città il Presidente del Consiglio dei Ministri, on. [[Alcide de Gasperi]] e il Ministro del Lavoro on. prof. [[Amintore Fanfani]].
[[Categoria:terremoti]]
144 026

contributi