Differenze tra le versioni di "Simmetria animale"

m
==Ramo Bilateria==
 
La '''simmetria bilaterale''' è una fondamentale conquista evolutiva che compare nella linea dei [[platelminti]] ancestrali (che andrebbero separati in un [[phylum]] a sè stante: gli [[aceli]]) e sarà propria di tutti gli animali maggiormente evoluti. Nei radiati non hanno significato concetti come “anteriore e posteriore”, potendo svilupparsi e muoversi in tutte le direzioni. Ma nei bilateri il graduale processo di allungamento del corpo evidenzia lati ed estremità dapprima indefinite, potenziando l'adattamento alla [[locomozione]] di organismi scarsamente mobili, come le [[spugne]] o le [[medusa|meduse]].
I '''bilateri''' possiedono invece una '''simmetria bilaterale''': sono dotati di un solo piano di simmetria, il ''piano saggittale'', che li divide in una metà destra e una sinistra equivalenti. Nei bilateri si riconosco e si distinguono, [[anatomia|anatomicamente]] e funzionalmente:
* l' estremità ''cefalica'' da quella ''caudale''
* il lato ''dorsale'' da quello ''ventrale''
La ''[[cefalizzazione]]'' è il processo di differenziazione, nel corso dell'evoluzione dei bilateri, di un ''capo'' posto all'estremità cefalica.
Nel capo si ha una concentrazione di [[sistema sensoriale|organi di senso]], funzionale al fatto che tale estremità è quella che incontra per prima il nuovo ambiente durante la [[locomozione]]. Si ha anche una concentrazione di [[sistema nervoso|centri nervosi]] per elaborare velocemente i dati sensoriali.
 
I primi animali a simmetria bilaterale dipendevano da una parte anteriore ed erano costretti a procedere lungo un’unica direzione. Conseguentemente, una estremità veniva ad incontrare per prima il nuovo ambiente durante la locomozione attiva. Ciò indusse un processo di [[cefalizzazione]] degli organi sensoriali, con graduale definizione di un '''capo''' anteriore, in cui si concentrano i [[sistema nervoso|centri nervosi]] per elaborare velocemente i dati sensoriali e gli [[sistema sensoriale|organi di senso]] (cervello abbozzato collegato a nervi longitudinali), nonché le strutture deputate per l’alimentazione.
Non è ben chiaro se la distinzione tra ''bilateri'' e ''radiati'' rispecchi una scissione filogenetica. I bilateri risultano molto meglio adattati alla locomozione, e questo spiega la loro preponderanza numerica.
 
Si evidenzia una testa, una estremità posteriore, due parti laterali equivalenti e tutto l’organismo può così essere diviso da un solo piano longitudinale, il '''piano sagittale'''. Nei bilateri dunque si riconosco e si distinguono, [[anatomia|anatomicamente]] e funzionalmente:
* l' estremità ''cefalica'' da quella ''caudale''
* il lato ''dorsale'' da quello ''ventrale''
 
[[Categoria:Zoologia]]
161

contributi