Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
Il '''Numero di gara''' è il numero assegnato alle vetture che partecipano a una competizione per consentirne l'individuazione, in generale i numeri vengono assegnati ai concorrenti dagli organizzatori di una manifestazione secondo una progressione aritmetica, tuttavia il criterio può essere un altro per rispondere a esigenze specifiche della competizione, ad esempio gli organizzatori della [[Mille Miglia]] assegnavano un numero di 4 cifre che corrispondeva all'orario di partenza del concorrente: 2 cifre per l'ora e 2 per i minuti.<br/>
[[Immagine:Loris Capirossi 2005.jpg|thumb|left|200px|[[Loris Capirossi]] con la moto numero 65, scelto da lui personalmente]]
LaNei '''numerazionevari fissa''',campionati perautomobilistici quantoil riguardanumero gliveniva sportassegnato motoristici,gara èper l'applicazione,gara adagli ciascunaorganizzatori macchina,del dellosingolo stessoevento, numeroma dia garapartire perdai tuttaprimi laanni stagione'70, primain dell'applicazione[[Formula di questa forma regolamentare1]], isi numericominciò eranoad assegnatiassegnare garaspesso peril garanumero dagli1 organizzatorial campione del singolomondo evento.in Fucarica introdottae indal [[Formula 1 stagione 1974|1974]] nelsi 1974applicò ela furononumerazione assegnatifissa, icioè l'applicazione, a ciascuna macchina, dello stesso numero di gara per tutta la stagione. I numeri furono assegnati a coppie alle varie squadre in base alla classifica costruttori dell'anno precedente:<br/>
(1 e 2 [[Team Lotus|Lotus]], 3 e 4 [[Tyrrell]], 5 e 6 [[McLaren]], 7 e 8 [[Brabham]], 9 e 10 [[March]], 11 e 12 [[Ferrari]], 14 e 15 [[British Racing Motors|BRM]], 16 e 17 [[Shadow]], 18 e 19 [[Surtees]]).<br/>
Negli anni seguenti la numerazione assegnata sarebbe rimasta immutata con l'eccezione dell'assegnazione del numero 1 al campione del mondo uscente e il 2 al suo compagno di squadra, alla squadra che deteneva i numeri 1 e 2 sarebbero stati assegnati i numeri che aveva la squadra in cui correva il campione uscente, così nel 1975 la Mclaren ricevette 1 e 2 e la Lotus 5 e 6.
Tuttavia con il ritiro di alcune squadre e l'apparizione di nuove che assumevano nuovi numeri si era arrivati, nel 1983, ad avere una macchina, la [[Spirit (automobilismo)|Spirit]], con numero 40 in presenza di una trentina di macchine partecipanti e molti numeri vacanti, perciò nel 1984 ci fu una prima redistribuzione dei numeri che però non toccò le squadre con maggiore storia sportiva, che in alcuni casi ne facevano una bandiera ad esempio la [[Ferrari]] con il "rosso 27" appartenuto a [[Gilles Villeneuve]], ma assegnò i numeri vacanti alle squadre più recenti, rimanendo escluso il 13 per ragioni scaramantiche.[[Immagine:Gerhard Berger Ferrari 1995.jpg|thumb|right|200px|Berger con la Ferrari numero 28, nel 1995.]]
Dal 1995, in Formula 1, è stato modificato il sistema e il numero viene apposto in base alla posizione finale in classifica costruttori dell'anno precedente, ad eccezione del numero 1 per il campione del mondo piloti e il 2 al compagno, indipendentemente dalla posizione della squadra nel campionato costruttori.
 
Nel motociclismo la numerazione fissa prevede che i numeri siano assegnati in base alla classifica piloti dell'anno precedente, tuttavia negli ultimi anni alcuni piloti hanno preferito scegliere un numero di gara personale, ad esempio [[Kevin Schwantz]] correva con il 34 e vi ha rinunciato solo per il numero 1 di campione uscente, in seguito altri piloti hanno seguito questo uso, in particolare [[Valentino Rossi]] che ha rinunciato anche al numero 1 per correre sempre con il "suo" 46.
 
[[Categoria:Automobilismo]]
[[Categoria:Motociclismo]]
1 297

contributi