Differenze tra le versioni di "Chiesa di San Niccolò Oltrarno"

nessun oggetto della modifica
Un altro altare di questa chiesa ospita un Crocifisso in legno scolpito e colorato, opera "d'ignoto". Alla base di questo crocifisso c'è un'arma-reliquiario, contenente le ossa del [[Beato Manno]], monaco irlandese, dell'[[Ordine di Santa Brigida di Svezia]] (fondato nel [[1367]]). Con molta probabilità questo reliquiario è un dono lasciato dalla famiglia Nasi che l'aveva ricevuto dai religiosi del [[Chiesa dei Santi Salvatore e Brigida al Paradiso|Convento di Brigida al Paradiso]] nel [[1529]], quando furono ospitati nel loro palazzo in cerca di rifugio durante l'[[assedio di Firenze]].
 
Sempre del periodo dell'assedio la chiesa, in particolare il campanile, hanno alcune memorie storiche: [[Michelangelo]] si tenne nascosto per alcuni giorni in un angusto locale alla base della torre campanaria grazie alla complicità di un aiuto campanaro del quale non si conosce il nome, in seguito della presa di Firenze da parte dei Medici, contro i quali si era apertamente schierato contro, difenbdendodifendendo la [[Repubblica Fiorentina]]. Michelangelo si era infatti notevolmente compromesso contro quelli che erano stati suoi importanti committenti, diventando responsabile dell'edificazione delle mura difensive per conto dei repubblicani, ma grazie alla sua fama di artista poté in seguito tornare sotto l'ala protettiva dei regnanti senza rappresaglie.
 
In sacrestia si conserva l'affresco con la ''Madonna della Cintola'', di scuola del [[Domenico Ghirlandaio|Ghirlandaio]].