Anno giuliano: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  13 anni fa
m
Sostituzioni standard: inversione accenti, composti di «che»
m (+citazione necessaria)
m (Sostituzioni standard: inversione accenti, composti di «che»)
L'anno del calendario giuliano è formato da 365 giorni ripartiti in dodici mesi di diversa durata. Ogni quattro anni si aggiunge un giorno al mese di [[febbraio]] così da avere una media durata annua di 365,25 giorni.
 
[[Gaio Giulio Cesare|Cesare]] voleva cambiare il calendario poichèpoiché quello precedentemente utilizzato dai romani, basato anche sul [[mese intercalare]], era molto complicato e non garantiva la corrispondenza fra mese e stagione atmosferica{{citazione necessaria}}.
 
Per far corrispondere nuovamente l'inizio dell'anno con la giusta [[stagione]] atmosferica Cesare, probabilmente appena tornato dalla campagna in Africa, nel [[46 a.C.]] decretò l'entrata in vigore di due mesi intercalari in quello stesso anno e dell'entrata in vigore del nuovo calendario dall'anno successivo.
21 170

contributi