Differenze tra le versioni di "Conversione della Maddalena"

immagine
(immagine)
{{Opera pittorica
| immagine=<!--Artemisia NONGentileschi INSERIREMary IMMAGINEMagdalene -->Pitti.jpg
| grandezza immagine=250px
| titolo= Conversione della Maddalena
| ubicazione=Galleria Palatina di Palazzo Pitti
}}
 
 
'''''La conversione della Maddalena''''' è un dipinto ad [[Pittura a olio|olio]] su [[Pittura su tela|tela]] di cm 146,5 x 108 realizzato tra il [[1615]] e il [[1616]] dalla [[pittore|pittrice]] [[italia]]na [[Artemisia Gentileschi]]. È conservato nella Galleria Palatina di [[Palazzo Pitti di Firenze|Palazzo Pitti]], a [[Firenze]].
 
==L'opera==
 
La rappresentazione pittorica della Maddalena penitente e quella della conversione della Maddalena coprono uno spettro iconografico molto vasto, potendo l'artista cercare in molti modi diversi il necessario equilibrio tra la sensualità della peccatrice e la sua ascesi spirituale nel pentimento.
[[Tiziano]], nella famosa tela conservata anch'essa a Palazzo Pitti, aveva dipinto una Maddalena decisamente sensuale, con un procace seno scoperto, solo in piccola parte celato dai lunghissimi capelli biondi, che reclamava la verità del suo pentimento con gli occhi pieni di lacrime rivolti al cielo.
La tela appartiene – secondo l'opinione pressoché concorde dei critici – al periodo fiorentino ed è verisimile che l'aspetto elegante ed aristocratico della santa risenta dei gusti artistici di una Firenze che, in quegli anni, apprezzava particolarmente i modi pittorici di [[Cristofano Allori]].
 
==Altri progetti==
==Collegamenti esterni==
{{interprogetto|commons=Image:Artemisia Gentileschi Mary Magdalene Pitti.jpg}}