Differenze tra le versioni di "Diablinti"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  12 anni fa
m
Bot: in latino l'aggettivo di nazionalità va maiuscolo
m (Bot: in latino l'aggettivo di nazionalità va maiuscolo)
I '''Diablinti''' o ''[[Aulerci]] Diablinti'' (o ''Diablintri'') furono una [[Lista delle tribù galliche|tribù gallica]], ricompresa tra gli [[Aulerci]].
 
[[Gaio Giulio Cesare|Giulio Cesare]] (''[[De bello gallicoGallico]]'' iii, 9) annovera i Diablinti fra gli alleati dei [[Veneti (Gallia)|Veneti]] ed altre popolazioni [[Armorica|armoricane]] che Cesare attaccò. I Diablinti sono indicati come stanziati tra i [[Morini (popolo Celtico)|Morini]] e i [[Menapii]], una notizia che, non conoscendo le reali posizioni di questi ultimi, potrebbe portare a false conclusioni.
 
La vera forma del nome in Cesare è dubbia. Schneider, nella sua edizione del ''[[De bello gallicoGallico]]'', ha adottato la forma ''Diablintres'', sorretta da autorevoli fonti manoscritte. I Diablinti coincidono con i Diablindi che [[Plinio il Vecchio|Plinio]] (iv. 18) colloca in [[Gallia Lugdunense|Gallia Lugdunensis]] e, probabilmente, con gli Aulerci Diaulitae di [[Claudio Tolomeo|Tolomeo]] (ii. 8).
 
Possiamo inferirne con qualche approssimazione la posizione dall'elencazione che ne fa Plinio: [[Coriosoliti]], Diablindi, [[Redoni]].
3 237 714

contributi