Potenziale di Lennard-Jones: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  13 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (Bot: Sistemo sintassi template Portale. Aggiungo: chimica. Tolgo: Chimica.)
Nessun oggetto della modifica
A distanze interatomiche o intermolecolari molto piccole le densità elettroniche si sovrappongono generando [[forza|forze]] repulsive molto intense, caratterizzate da un [[raggio d'azione]] molto corto e dal fatto che crescono rapidamente all'avvicinarsi delle molecole. Per esse non esiste un'equazione ricavata [[teoria|teoricamente]] che le descrive, dunque ci si deve affidare ad alcune funzioni potenziali empiriche.
 
La più famosa di esse (''legge 12-6''<ref>il termine ''12-6'' fa riferimento ai valori degli esponenti nell'espressione del potenziale di Lennard-Jones.</ref>), che comprende anche la parte attrattiva dovuta all'[[Forza di Vanvan der Waals|interazione di van der Waals]], è il potenziale proposto nel 1931 da [[John Lennard-Jones]] all'[[Università di Bristol]]:
 
<math>\displaystyle V(r)=4 \epsilon \cdot \left[ \left( \frac{\sigma}{r} \right)^{12} - \left(\frac{\sigma}{r} \right)^6 \right]</math>
122 564

contributi