Differenze tra le versioni di "Punta da trapano"

nessun oggetto della modifica
m (→‎Tipi: piccola aggiunta)
*per forare il muro o affini (con placchette in [[widia]] riportate)
*per il vetro
Particolare spiegazione va data per le punte comunemente chiamate al widia. In realtà il widia non è un metallo ma il cognome di un ingegnere della Krupp (oggi [[Thyssen Krupp]]) il quale, per primo usò una lega da lui scoperta e che è denominata carburo di tungsteno. Detto metallo venne scoperto dall'ingegner Widia a seguito delle grandi prestazioni richieste a determinati componenti del famoso Grande-Berta, costruito proprio dalla Krupp, che era un cannone di grosso calibro che poteva sparare a circa 120/150 km (ci si bombardava Parigi) e quindi soggetto a forti sollecitazioni, tant'è che poteva sparare circa 20 colpi dopodiché era inutilizzabile. Oltre che per le punte idonee a forare le "pietre" il carburo di tungsteno viene utilizzato anche nella realizzazione delle punte per il vetro (punte a lancia) che, a differenza di quanto pensabile, alla foratura è più resistente dell'acciaio.
 
Il codolo, cioè la parte della punta che viene stretta nel mandrino, può assumere diverse forme a seconda della grandezza e quindi dello sforzo da trasmettere:
Utente anonimo