Differenze tra le versioni di "Chiesa del Gesù (Lecce)"

nessun oggetto della modifica
{{Infobox edifici religiosi
|NomeEdificio = <!-- Nome dell'edificio -->Chiesa del Gesù o del Buon Consiglio
|Immagine = <!-- Foto --> Chiesa del Gesù Lecce.jpg
|Didascalia = <!-- Eventuale didascalia per la foto -->Prospetto della Chiesa
|Larghezza = <!-- Larghezza dell'immagine, preferibilmente 250/300px--> 300px
|Città = <!-- Città -->[[Lecce]]
 
==Prospetto==
Il prospetto si rifà alla Chiesa del Gesù di [[Roma]], considerata la Madre delle chiese dell'ordine dei Gesuiti. La facciata, sobria e lineare, è costruita su due ordini, raccordati da [[volute]] e scanditi da un doppio ordine di [[lesene]] interrotte da una [[trabeazione]] aggettante. L'ordine inferiore accoglie, nei cinque scomparti creati da lesene, nicchie vuote con timpani triangolari e circolari e, in posizione centrale vi è un ornato partale sormontato dallo stemma della [[Compagnia di Gesù]] adorato da due angeli realizzati in [[pietra leccese]]. L'ordine superiore, accordato al primo da volute laterali nascenti da maschere femminili, presenta due finestre laterali ed un finestrone centrale adornato dalla statua del [[Bambino Gesù|Bambin Gesù]]. Al vertice, il fastigio di coronamento, impostato su un fregio con i simboli della [[Passione di Cristo]], culmina con la scultura del Pellicano che, squarciandosi il petto, alimenta la prole.
 
==Interno==
L'aula dell'interno è una vasta e luminosa navata lungo la quale si aprono quattro cappelle per lato che, tra loro comunicanti, ospitano altari decorati in stucco nella seconda metà del [[Settecento]]. Sul lato sinistro sono collocati gli altari della [[Madonna di Loreto|Vergine di Loreto]] con la seicentesca statua della Madonna proveniente dalla distrutta chiesa delle cappuccinelle, di [[San Girolamo]] con tela di Girolamo Imperato, di [[San Michele Arcangelo]] (1746) e dell'[[Annunciazione della Vergine]] con tela datata 1596. Sul lato destro, da segnalare, è l'interessante altare, già di [[Sant'Ignazio di Loyola]], dedicato a [[San Bernardino Realino]], in cui sono custodite le spoglie. L'altare è una ricca opera scultorea impreziosita dalle statue di [[San Stanislao Kostka]] e di [[San Luigi Gonzaga]] e dal dipinto (1897) raffigurante ''San Bernardino Realino morente richiesto di proteggere Lecce''. Inoltre si ricorda l'altare su cui è posizionata la pregievole tela di Serafino Elmo (1752) raffigurante la ''Vergine col Bambino tra i Santi Ignazio, Stanislao e Luigi.
 
Il soffitto ligneo a lacunari, animato da riquadri raffiguranti le ''Glorie della Compagnia di Gesù'', dovuti a Giuseppe da Brindisi, fu decorato nel 1892 da [[Enrico Salines]].
 
 
 
 
==Voci correlate==
Utente anonimo