Differenze tra le versioni di "Chiesa del Gesù (Lecce)"

Sul lato sinistro sono collocati gli altari della [[Madonna di Loreto|Vergine di Loreto]] con la seicentesca statua della Madonna proveniente dalla distrutta chiesa delle cappuccinelle, di [[San Girolamo]] con tela di Girolamo Imperato, di [[San Michele Arcangelo]] (1746) e dell'[[Annunciazione|Annunciazione della Vergine]] con tela datata 1596.
 
Sul lato destro, da segnalare, è l'interessante altare, già di [[Sant'Ignazio di Loyola]], dedicato a [[San Bernardino Realino]], in cui sono custodite le spoglie. L'altare è una ricca opera scultorea impreziosita dalle statue di [[San Stanislao Kostka]] e di [[San Luigi Gonzaga]] e dal dipinto (1897) raffigurante ''San Bernardino Realino morente richiesto di proteggere Lecce''. Inoltreinvece si ricorda l'altare su cui è posizionata la pregievole tela di Serafino Elmo (1752) raffigurante la ''Vergine col Bambino tra i Santi Ignazio, Stanislao e Luigi.
 
Il [[transetto]], il cui archivolto fu affrescato da [[Antonio Verrio]] con il ''Martirio di Sant'Irene'', presenta sul lato sinistro la cappella della ''Vergine del Buon Consiglio'' (già di Santa Irene) sul cui altare, fiancheggiato dalle statue in pietra di [[Sant'Agnese]] e [[Santa Cecilia]] è posizionata la tela della titolare (1811) e sul lato destro, l'interessante altare, già di [[Sant'Ignazio di Loyola]], dedicato a [[San Bernardino Realino]], in cui sono custodite le spoglie. L'altare è una ricca opera scultorea impreziosita dalle statue di [[San Stanislao Kostka]] e di [[San Luigi Gonzaga]] e dal dipinto (1897) raffigurante ''San Bernardino Realino morente richiesto di proteggere Lecce''. Inoltre da segnalare sono le due notevoli tele di [[Paolo Finoglio]] raffiguranti la ''Vergine e Santi'' e le due tele di Antonio Verrio raffiguranti i ''Fatti di Giuseppe Ebreo''.
 
Lo scenografico altare maggiore, realizzato nel 1699 ed eseguito molto probabilmente da [[Giuseppe Cino]], ospita le tele settecentesche della [[Circoncisione di Gesù]] e dei [[Dottori della Chiesa]] di [[Oronzo Letizia]] e l'[[Incoronazione della Vergine]] di [[Oronzo Tiso]]. L'intagliato coro in noce,trasportato da [[Montescaglioso]], fu inserito nell'altare dai [[Benedettini]] nel XVIII secolo.
 
Il soffitto ligneo a lacunari, animato da riquadri raffiguranti le ''Glorie della Compagnia di Gesù'', dovuti a Giuseppe da Brindisi, fu decorato nel 1892 da [[Enrico Salines]].
Utente anonimo