Differenze tra le versioni di "Chiesa di San Francesco (Cortona)"

nessun oggetto della modifica
All'interno, la ''Natività'' di [[Raffaello Vanni]], l<nowiki>'</nowiki>''Annunciazione'' di [[Pietro da Cortona]], ''Sant'Antonio da Padova e il miracolo della mula'' del [[Cigoli]], e la ''Vergine in gloria tra santi'' di [[Ciro Ferri]]. Nel Convento dei Frati Francescani Conventuali, custodi della Chiesa, vengono accuratamente conservate le reliquie di [[San Francesco d'Assisi]], ovvero un [[saio]], un cuscino finemente ricamato, donato da [[Giacoma de Settesoli]] al Santo (nobile patrizia signora di Marino, che Francesco amava chiamare Iacopa), dove il poverello morente posò il capo, e un [[evangelario]].
 
Inoltre nella chiesa viene custodito un frammento della [[Santa Croce]] portato a [[Cortona]] da [[Costantinopoli]] da Frate Elia Coppi, colui che San Francesco nominò, come madre per lui e padre per gli altri fratelli, successore alla guida dei [[Frati Francescani Conventuali]]. Ora la chiesa e il conveto è guidato dal P. Superiore [[Eugen Rachiteanu]] conguida la chiesa e il conveto insiema ad altri due frati dalla Provincia Francescana Conventuale della Romania.
 
{{Chiese toscane}}
Utente anonimo