Differenze tra le versioni di "Alfredo Signoretti"

nessun oggetto della modifica
 
Alfredo Signoretti
 
Vita:
 
Laureatosi in Lettere e Storia all’Università «La Sapienza» di Roma, Alfredo Signoretti compì una brillante carriera nel mondo del giornalismo, prestando sempre particolare attenzione ai temi internazionali. Tra il 1922 e il 1935 diresse, su incarico di Mussolini, la rubrica di politica estera di «Gerarchia», rivista ufficiale del Fascismo. Corrispondente e inviato speciale a Ginevra per i lavori della Società delle Nazioni sin dal 1927, fu, successivamente, redattore capo de «Il lavoro d’Italia» e de «La stirpe»; e capo dell’ufficio romano de «La stampa». Fu insegnante (con Ugo Indrio) di Politica Internazionale alla Scuola Fascista di Giornalismo. Dall’agosto 1932 al 26 luglio 1943 diresse «La stampa» di Torino. Fu segretario dell’Associazione Stampa Subalpina dal 1935 al 1944 (anno in cui gli subentrò Tullio Gianetti). L’1 febbraio 1948 assunse la direzione del quotidiano monarchico catanese «La voce dell’isola», che prese nell’occasione il nuovo nome di «Giornale dell’isola». Dal 1950 al 1958 venne chiamato da Achille Lauro alla guida del quotidiano napoletano «Roma».
7

contributi