Differenze tra le versioni di "Giornata mondiale della gioventù 1997"

m (Bot: il file Paris_coa.png è stato rimosso in quanto cancellato da Commons da Mike.lifeguard)
Il tema dell'Incontro è stato ''Maestro dove abiti? Venite e vedrete'' (Gv 1,38-39). All'incontro hanno partecipato circa 1.200.000 giovani.
 
== Scelta della sede ==
== La scelta di Parigi da parte di Giovanni Paolo II ==
 
[[Papa Giovanni Paolo II]] annunciò di aver scelto Parigi come sede del XII Incontro Internazionale durante la Celebrazione di chiusura della [[Giornata Mondiale della Gioventù 1995|Giornata Mondiale della Gioventù]] di [[Manila]] (Angelus del [[15 gennaio]] [[1995]]) davanti a cinque milioni di persone, con queste parole:
 
'' Oggi desidero annunciare che la prossima Giornata Mondiale della Gioventù verrà celebrata a Parigi, in Francia, nell'estate del 1997. Maria del Nuovo Avvento! A te affidiamo le preparazioni per questo prossimo gioioso incontro nel cuore dell'Europa.''
 
La scelta della nazione culla dell’dell'[[Illuminismo]] e dell’dell'[[ateismo]] non è stata affatto casuale. {{cn|Negli anni successivi a questo evento ci fu un significativo aumento in tutta la Francia di vocazioni [[Prete|sacerdotali]].}}
Nel Messaggiomessaggio di invito all'Incontroincontro del [[15 agosto]] [[1996]] il Santo PadrePapa, invitando i giovani a partecipare l’annol'anno successivo alla GMGGiornata Mondiale della Gioventù di Parigi ha detto:
 
Nel Messaggio di invito all'Incontro del [[15 agosto]] [[1996]] il Santo Padre, invitando i giovani a partecipare l’anno successivo alla GMG di Parigi ha detto:
 
''Viviamo in un'epoca di grandi trasformazioni, nella quale tramontano rapidamente ideologie che sembravano dover resistere a lungo all'usura del tempo e nel pianeta si vanno ridisegnando confini e frontiere. L'umanità si ritrova spesso incerta, confusa e preoccupata, ma la parola di Dio non tramonta; percorre la storia e, nel mutare degli eventi, resta stabile e luminosa. La fede della Chiesa è fondata su Gesù Cristo, unico salvatore del mondo: ieri, oggi e sempre.''