Apri il menu principale

Modifiche

Intorno all'anno [[1000]], David III di Tao fu assassinato da un gruppo di nobili ribelli, ed i suoi possedimenti, secondo accordi presi in precedenza con l'[[Impero bizantino]], passarono sotto i domini di [[Basilio II di Bisanzio]]. Con lo scopo di mediare questo passaggio di autorità, Bagrat e suo padre Gurgen, incontrarono personalmente il sovrano bizantino, furono tuttavia incapaci di evitare la costruzione di nuovi confini ma ottennero tuttavia dall'imperatore la carica di [[Curopalate]] e di [[magistros]]. Non rassegnatosi ad aver perso i territori appartenenti al regno di David III di Tao, in quello stesso anno Gurgen cercò di ottenere con la forza il diritto di successione dai governatori bizantini, ma dovette retrocedere con l'avvento del generale bizantino [[Nikephoros Ouranos]] e del suo esercito.
 
Nel [[1008]] suo padre Gurgen morì e Bagrat gli succedette in tutti i suoi titoli, diventando così il primo sovrano di un regno unificato comprendente i regni di Abcasia e Kartli. In realtà il regno creato da Bagrat III comprendeva non solo i territori dell'Abcasia, ma anche il regnoterritorio di [[Egrisi]], il territorio di [[Samegrelo]], di [[Imereti]], di [[Svaneti]], di [[Racha]]-[[Lechkhumi]], di [[Guria]], di [[Adjara]] e infine di [[Regno di Kartli|Kartli]], di [[Şavşat]], di [[Meskheti]] e di [[Javakheti]]; tutti questi territori diedero vita all'entità politica e geografica denominata ''Sakartvelo'', ovvero ''tutta la Georgia''.
 
Bagrat non fecerisparmiò risparmioalcun dimezzo ogniper mezzoportare a compimento il suo disegno; nel [[1010]], vedendo che i suoi cugini del regno di Klarieti non accettavano una sottomissione effettiva al suo regno, con il pretesto di una conciliazione ufficiale li invitò presso la fortezza di [[Panaskerti]], ma una volta giunti li fece imprigionare, efino lialla costrinseloro amorte sottomettersiavvenuts connel la forza[[1012]]. Dopo questa annessione, Bagrat si dedicò alla conquista della regione ai confini estremi occidentali della Georgia, il territorio di [[Kakheti]], che conquistò sempre intorno al [[1010]] e che lo portò a confinare con l'[[emirato]] [[Shaddaditi|shaddadita]] di [[Arran]], nel territorio dell'[[Azerbaigian]], il cui sovrano al-Fadl Ib. Muhammad, assaltò il territorio di Kakheti a seguito della sua annessione nel regno georgiano. Per opporsi a questa nuova invasione Bagrat si alleò con il sovrano [[regno di armenia|armeno]] [[Gagik I di Armenia|Gagik I]] e dopo aver ricacciato indietro gli invasori penetrò nel loro stesso territorio mettendo sotto assedio per rappresaglia la città di Shamkir. Nonostante l'aggressività dimostrata contro l'emirato shaddadita, complessivamente la politica estera di Bagrat fu improntata a rapporti pacifici, cercando di evitare principalmente qualsiasi attrito con l'Impero bizantino ed gli stati musulmani.
 
Il regno di questo sovrano fu molto importante nella storia della Georgia anche perchè esso segna il trionfo definitivo della [[Bagrationi|dinastia Bagrationi]] nel secolare conflitto per il predominio sul territorio georgiano.
Utente anonimo