Differenze tra le versioni di "Pull Me Under"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  11 anni fa
m
m (Bot: ristrutturazione del Template:Album)
m (Bot: scrivere È)
Il brano, ad un esame armonico risulta molto semplice: tutte le sue parti sono scritte interamente su una tonalità di [[Mi (nota)|Mi]] minore, con l'eccezione dei ritornelli, che invece modulano in [[La (nota)|La]] minore. Considerando la lunghezza del brano, è un dato abbastanza inusuale per i [[Dream Theater]], ma questa semplicità di fondo, indipentemente dalla difficoltà di esecuzione, lo ha reso un brano molto accessibile.
 
Il testo di [[Kevin Moore]], ispiranto all'[[Amleto]] di [[Shakespeare]] parla della [[morte]]. La frase finale "O, that this too too solid flesh would melt", vera e propria citazione tratta dal [[soliloquio]] di [[Amleto (mitologia)|Amleto]], non compare nei testi del [[booklet]]. Proprio per simulare l'arrivo improvviso della morte, la traccia si interrompe bruscamente, spiazzando l'ascoltatore. Inoltre questa traccia, successo anche radiofonico della band [[New York|newyorchese]], è stata inserita nella "[[Greatest Hit (...and 21 Other Pretty Cool Songs)]]".E'È stata inserita nel gioco [[Guitar Hero World Tour]] tra le canzoni più difficili da eseguire.
 
{{Dream Theater}}
2 942 666

contributi