Differenze tra le versioni di "Guadagni"

3 796 byte aggiunti ,  11 anni fa
nessun oggetto della modifica
(ha spostato Guadagni a Guadagni (Napoli))
 
#RINVIA{{nota disambigua|la frazione di [[Napoli]]|[[Guadagni (Napoli)]]}}
[[File:Palazzo sacrati, cortile stemma guadagni.JPG|thumb|200px|Stemma Guadagni]]
 
I '''Guadagni''' sono una nobile famiglia di [[Firenze]].
 
==Storia familiare==
Giunti in città agli inizi del XI secolo, furono nel XIII secolko di partito [[guelfo]]. Cacciati dopo la [[battaglia di Montaperti]] tornarono in città solo nel [[1281]], ben dopo la sconfitta dei [[ghibellini]].
 
La famiglia era dedita ai proficui commerci che rendevano Firenze una delle piazze mercantili e finanziarie più ricche d'Europa. Con il successo arrivarono anche le cariche politiche:; consoli, priori e [[gonfalonieri di giustizia]].
 
Nel [[1443]] [[Bernardo Guadagni]], gonfaloniere, si fece persuadere da [[Rinaldo degli Albizi]] ad emettere una delibera per imprigionare il "tiranno" [[Cosimo de' Medici]], che venne poco dopo esiliato. Al ritorno di Cosimo dall'esilio, nel [[1444]] i Guadagni, con tutta la fazione avversa ai [[Medici]], furono esiliati dalla città. In questo perriodo la famiglia si stabilì in [[Francia]], dove ebbero residenza a [[Lione]] ed a [[Parigi]]. Come altre grandi famiglie di fuorusciti fiorentini (gli [[Strozzi]], gli [[Alamanni]], i [[Gondi]]), l'esilio fu un'occasione per accrescere ancora maggiormente il loro potere e la loro ricchezza.
 
Nel XVI secolo [[Tommaso Guadagni]] era in ottimi rappoorti con la corte di [[Francesco I di Francia|Francesco I]] e i suoi discendenti lo furono di [[Enrico II di Francia|Enrico II]] e di [[Caterina de' Medici]]. Tommaso in particolare, prestò alla Corona cinquantamila ducati per riscattare ilr e prigioniero di [[Carlo V]], un favore che a suo tempo venne ripagato di grandissimi favori, tanto da poter lasciare ai suoi eredi un patrimonio enorme, fatto di terre, case e opere d'arte.
 
[[Guglielmo Guadagni]] fu capitano militare per la corona francese nel tardo XVI secolo e l'eco dei suoi successi arrivò fino a Firenze, dove [[Ferdinando I de' Medici]] lo chiamò in città per diventatre comandante della flotta dell'[[ordine di Santo Stefano papa e martire|ordine di Santo Stefano]]. Nel [[1607]] riuscì nell'ardua impresa di occupare [[Bona]], in [[Tunisia]], sconfiggendo l'intera flotta turca.
 
[[File:Palazzo di San Clemente 1.JPG|thumb|250px|[[Palazzo di San Clemente]], Firenze, eretto per i Guadagni da [[Gherardo Silvani]]]]
Il XVII secolo segna l'apogeo della famiglia, rientrata in Firenze. Qui acquistano nel [[1683]] il palazzo Dei in [[piazza Santo Spirito]] (oggi [[palazzo Guadagni]]), oltre a ville e terreni nelle colline.
 
Nel XVIII secolo [[Ascanio Gaudagni]] fu generale per l'imperatore d'Austria, Maresciallo, governatore della Bassa Ungheria e comandante militare del [[Tirolo]]. [[Giovanni Antonio Guadagni]] fu cardinale sotto [[Benedetto XIII]]
 
Nel [[XIX secolo]] [[Pietro Guadagni Torrigiani|Pietro Guadagni]], secondogenito di Giovanbattista Guadagni e Teresa Maria Torrigiani prese il nome di [[Torrigiani]], riscattando l'antica famiglia fiorentina destinata all'estinzione e ereditandone le ingenti proprietà.
 
La famiglia esiste ancora ed ha la proprietà di alcune ville, tra cui la [[villa di Masseto]] ([[Fiesole]]), che conserva un albero geneaologico familiare dipinto da [[Salvator Rosa]].
 
==Stemma==
Lo stemma guadagni è in [[campo (araldica)|campo]] rosso alla [[croce spinata]] d'oro.
 
==Bibliografia==
*Marcello Vannucci, ''Le grandi famiglie di Firenze'', Newton Compton Editori, 2006 ISBN 88-8289-531-9
 
==Voci correlate==
*[[Palazzo Guadagni]], Firenze
*[[Palazzo di San Clemente]], Firenze
*[[Palazzo Sacrati]], già Guadagni, Firenze
*[[Villa Le Falle]], Fiesole
*[[Villa delle Lune]], Firenze
 
 
==Altri progetti==
{{ip|commons=Category:House of Guadagni}}
 
{{portale|Firenze|Storia di famiglia}}
[[Categoria:famiglie di Firenze]]
239 972

contributi