Differenze tra le versioni di "Crisi del XVII secolo"

nessun oggetto della modifica
 
===L'interpretazione degli storici italiani===
Riguardo alla crisi del '600 che colpì particolarmente l'Italia non solo nel campo [[economia|economico]] ma anche in quello culturale[[cultura]]le si sono avvicendate diverse interpretazioni degli storici italiani.
 
====Amintore Fanfani====
Secondo [[Amintore Fanfani|Fanfani]] il problema della nostra decadenza economica e culturale risale al [[secolo XVI]] quando l'Italia cominciacominciò a risentire della [[Rivoluzione dei prezzi]].
 
«É abbastanza noto che le classi dirigenti dell'economia italiana nel corso del Cinquecento passano dall'industria e dal commercio ai prestiti mobiliari e agli investimenti fondiari; in altre parole si trasformano da categorie a reddito mobile a categorie a reddito fisso; da proprietari di merce la cui stima cresce continuamente per effetto del generale aumento dei prezzi a proprietari di capitali mobiliari ed immobiliari (se affittati) che a scadenza fissa daranno un reddito prederminato , il cui potere d'acquisto nel frattempo si riduce» <ref>A. Fanfani, ''Storia del lavoro in Italia dalla fine del secolo XV agli inizi del XVIII'', ed. Giuffrè, Milano, 1999</ref>
97 414

contributi