Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione ,  10 anni fa
 
==L'idealismo hegeliano==
Nella soluzione [[hegel]]iana inil termine universale viene sostituito da quello dell<nowiki>'</nowiki>[[assoluto]], espressione di un pensiero che pensa e crea. Il pensiero è cioè un'attività progressiva e infinita che nel produrre se stessa produce anche l'universale, il concetto (''Enciclopedia delle scienze filosofiche'', par. 20) che non è una mera astrazione dell'intelletto ma è l'attività di una ragione reale (o [[spirito]] infinito) che vive e fa tutt'uno con la realtà dialettica. ''Tutto ciò che è reale è razionale e tutto ciò che è razionale è reale''.
 
[[James Hutchison Stirling|J. H. Stirling]]<ref>[[:en:James_Hutchison_Stirling|cfr. in Wikipedia inglese]] e [[:en:The_Secret_of_Hegel| ''Il segreto di Hegel'']]</ref> riferendosi ad Hegel parlò di ''universale concreto'': «''Come Aristotele, aiutato da Platone, ha reso esplicito l'universale astratto che era implicito in Socrate, così Hegel, aiutato da [[Johann Gottlieb Fichte|Fichte]] e [[Friedrich Schelling|Schelling]], ha reso esplicito l'universale concreto che era implicito in Kant''» (J. H. Stirling, ''Il segreto di Hegel'', Prefazione).
Utente anonimo