Differenze tra le versioni di "Chimica fisica"

wikilink
(argomento S)
(wikilink)
La '''Chimica fisica''' è la branca della [[chimica]] che più si avvicina alla [[fisica]], adottandone il rigore metodologico sia a livello sperimentale che teorico e adoperando un significativo formalismo [[matematica|matematico]], nel tentativo di descrivere nella maniera più accurata possibile i fenomeni fondamentali che stanno alla base dei sistemi chimici.
 
Fondatore della moderna chimica fisica viene considerato il chimico statunitente [[Willard Gibbs]], che con la sua pubblicazione ''"On the Equilibrium of Heterogeneous Substances"'' (''[[Sull'equilibrio delle sostanze eterogenee]]'') del [[1876]] introdusse alcuni concetti quali quelli di [[energia libera]], [[potenziale chimico]] e [[regola delle fasi]] che risulteranno tra i principali fondamenti di questa disciplina. Il successivo sviluppo fu dato dal contributo di chimici quali [[Svante Arrhenius]], [[Jacobus Henricus van 't Hoff]],[[ Wilhelm Ostwald]] e [[Walther Nernst]] verso la fine degli [[anni 1800]].
 
Aree di interesse principali della chimica fisica sono:
28 168

contributi