Differenze tra le versioni di "Buddhismo Fǎxiāng"

nessun oggetto della modifica
Con il termine '''Fǎxiāng''' si indica la scuola buddhista cinese fondata da [[Xuánzàng]] (玄奘, 600-664) al ritorno dal suo lungo viaggio in India nel 645 e successivamente organizzata dal suo allievo [[Kuījī]] (窺基, 632-682).
 
Il termine cinese ''Fǎxiāng'' (法相) è la traduzione cinese del termine [[sanscrito]] ''Dharmalakṣaṇa'' (Carattere dei dharma). Originariamente questo termine fu coniato da [[Fǎzàng]] (法藏, 643-712), patriarca di un'altra scuola del [[Buddhismo cinese]] la ''[[ Huāyán]]'' (華嚴宗, ''Huāyán zōng'') con 'un'accezione spregiativa tesa a sottolineare l'inferiorità dei suoi insegnamenti, che si occupavano solo delle apparenze [[Fenomenologia|fenomenologiche]] del ''[[dharma]]'', a differenza degli insegnamenti più profondi ''Huāyán'', che invece si occupavano della natura sottostante su cui tale fenomenologia si poggiava.
 
I seguaci della scuola ''Fǎxiāng'' denominavano la loro scuola come 唯識 (''Wéishì'', giapp. '' Yuishiki'') che è la resa in cinese del termine [[sanscrito]] ''[[Cittamātra]]'' (Sola mente) a indicare i contenuti della propria dottrina che ricalcavano gli insegnamenti della scuola indiana [[Cittamātra]].