Differenze tra le versioni di "František Palacký"

fix link
m (Bot: scrivere È)
(fix link)
 
Mentre preparava il terzo volume della sua opera storiografica ''Geschichte von Böhmen'' (che doveva parlare dell'evoluzione dello stato ceco nel periodo dell'[[hussitismo]]), Palacký ebbe dei problemi con la censura austriaca che lo accusava di dare una visione della storia anticattolica, descrivendo il movimento protestante hussita.
A partire dal [[1844]], Palacký cominciò a tradurre la sua opera in ceco, arricchendola con ulteriori riflessioni e considerazioni. Nel [[1848]] uscì il primo volume in ceco intitolato ''Dějiny národu českého v Čechách a v Moravě'' (Storia del popolo ceco in Boemia e Moravia). Sempre nel 1848, Palacký entrò in politica con il partito liberale ceco. Lo stesso anno, rifiutò pubblicamente con una lettera di prendere parte al parlamento tedesco[[Parlamento di Francoforte]], nel quale era stato eletto.
 
Nel [[1850]] divenne presidente del comitato per la costruzione del Teatro Nazionale di Praga.