Differenze tra le versioni di "Baleniera"

376 byte aggiunti ,  11 anni fa
nessun oggetto della modifica
{{A|manca l'incipit|nautica|settembre 2009}}
{{Controlcopy|motivo=un unico inserimento, testo troppo "fluido" (contributore con estesi precedenti di copyviol)|firma=[[Utente:Mr buick|Mr buick]] ([[Discussioni utente:Mr buick|msg]])|argomento=nautica|mese=settembre 2009}}
La nave baleniera nacque dall'evoluzione e dalle sistematizzazione della caccia della balena, originariamente concepita come un inseguimento effettuato da scialuppe che partivano da terra, inseguivano la preda e la riportavano a riva. Ciò inevitabilmente rendeva le operazioni venatorie poco flessibili e limitate agli spazi costieri, destinati ad un rapido depauperamento.
 
==Le origini==
La necessità di introdurre nella caccia alla balena un vascello di dimensioni e velocità adeguate a sostenere la prova dell'alto mare si pose per la prima volta a partire del XV secolo, quando i [[Baschi]], i primi in Europa a cacciare sistematicamente le balene, esaurita la disponibilità di cetacei nelle acque sottocosta, dovettero avventurarsi al largo. Si munirono pertanto di imbarcazioni potenti e alti sull'acqua, denominati ''karaka'', della lunghezza di circa 20 metri. Successivamente tali imbarcazioni vennero rimpiazzate dalle caravelle, più manovrabili e dotate di maggiore capacità di stivaggio.
1 126

contributi