Differenze tra le versioni di "Classicismo"

417 byte aggiunti ,  14 anni fa
nessun oggetto della modifica
{{da controllare|motivo=|firma=[[Utente:Rdocb|RdocB]] 00:16, 2 apr 2006 (CEST)}}
Il termine '''classicismo''', applicato alla storia dell'arte e della musica europee, èdesigna il periodo che segue il [[barocco]] e che precede il [[romanticismo]]. eLa durasua cronologia abbraccia un arco di circa 70settant'anni, tra la metà del [[XVIII secolo]] e gli anni (1750-1820)immediatamente successivi al [[Congresso di Vienna]].
== Caratteristiche ==
Le caratteristiche dell'arte e della musica di questo periodo sono:
 
In campo artistico, è per lo più definito [[neoclassicismo]], in quanto riprende i canoni formali dell'arte classica antica.
1)La linearità
2)L' equilibrio
3)La simmetria
 
In campo musicale, l'esperienza classicista muove da [[Vienna]], tanto che si parla di [[classicismo viennese]]. I protagonisti di questa stagione sono [[Joseph Haydn]] e [[Wolfgang Amadeus Mozart]].
Gli artisti tendono ad organizzare le loro opere in modo più razionale, con strutture più semplici e lineari. Il pubblico vuole capire con facilità la musica, che deve essere orecchiabile e ispirata ai temi del quotidiano.
 
Del tutto diverso è il significato che il termine "neoclassicismo" ha assunto in campo musicale, nel [[XX secolo]].
Nel melodramma il cantante è meno libero di improvvisare virtuosismi, quindi c'è un maggiore equilibrio fra testo e musica.Nella musica strumentale le composizioni seguono uno schema, quello della forma sonata.Con questo schema vengono composte sinfonie, concerti e sonate per strumenti.Le orchestre si arricchiscono di molti strumenti e il clavicembalo viene sostituito dal pianoforte che permette una maggiore espressività.
 
L'estetica del classicismo tende alla razionalità del discorso e all'equilibrio tra le sue parti.
 
Nel melodramma, i cantanti sono meno liberi di improvvisare virtuosismi, e i compositori del classicismo aspirano ad un perfetto equilibrio fra testo e musica.
 
Nella musica strumentale le composizioni seguono lo schema della forma sonata. Con questo schema vengono composte sinfonie, concerti e sonate per strumenti.
 
Le orchestre si arricchiscono di molti strumenti e il clavicembalo viene sostituito dal pianoforte che permette una maggiore espressività.