Angeli e demoni (romanzo): differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
|tipo = thriller
|titolo = Angeli e demoni
|titoloorig = Angels & Demonsdemons
|titolialt =
|titoloalfa =
{{Quote|La scienza mi dice che deve esserci un Dio. La mente mi dice che Dio non lo comprenderò mai. Il cuore mi dice che non ci si aspetta che io lo comprenda.|[[Dan Brown]], ''Angeli e demoni'', [[Milano]] [[2004]]|Science tells me God must exist. My mind tells me I will never understand God. And my heart tells me I am not meant to.|lingua=en|lingua2=it}}
 
'''''Angeli e demoni''''' (titolo originale in [[lingua inglese]]: ''Angels & Demonsdemons'') è il secondo romanzo dello scrittore [[Dan Brown]], scritto nel [[2000]], e pubblicato in [[Italia]] nel [[novembre]] [[2004]].
 
Nonostante sia stato pubblicato successivamente a ''[[Il codice da Vinci (romanzo)|Il codice da Vinci]]'', in realtà è stato scritto alcuni anni prima della sua opera più celebre: anche in [[Italia]], grazie allo straordinario successo del romanzo precedente, la prima edizione è stata edita successivamente da [[Mondadori]]. Nel [[2009]] è stato realizzato un [[Angeli e demoni (film)|film omonimo]] tratto dal romanzo.
 
== Trama ==
[[File:CERN LHC Tunnel1.jpg|thumb|200px|left|Il ''[[Large Hadron Collider]]'' al [[CERN]] di [[Ginevra]].]]
Il romanzo comincia quando Maximilian Kohler, il presidente dell'istituto [[CERN]] di [[Ginevra]], chiama nel suo studio [[Robert Langdon]], docente di simbologia religiosa ad [[Harvard]], per dare il suo parere sul mistero legato all'assasinio di Leonardo Vetra, uno scienziato/sacerdote dell'istituto, sul cui cadavere è stato ritrovato marchiato a fuoco un [[ambigramma]]. L'ambigramma viene decifrato come il simbolo degli [[Illuminati]], una setta segreta antireligiosa ritenuta estinta, ispirata da [[Galileo Galilei]] per l'affermazione degli ideali scientifici contro l'oscurantismo ecclesiastico. Poi arriva anche [[Vittoria Vetra]], figlia adottiva dello scienziato, con cui stava lavorando ad un progetto segreto: la creazione e l'isolamento di una ingente quantità di [[antimateria]]. L'antimateria, annichelendosi con l'ordinaria materia, trasforma interamente la sua massa in una fonte enorme di energia secondo la formula <math>E=mc^2</math>, potenzialmente un'arma più potente dell'ordinaria [[bomba atomica]] all'[[uranio|U]], al [[plutonio|Pu]] o [[Bomba H|H]]. Con un sopraluogo nel laboratorio di Vetra, accessibile solo per riconoscimento della retina, scoprono che il contenitore maggiore di antimateria è stato trafugato dallo stesso assassino, utilizzando l'occhio estratto dallo scienziato.
43 720

contributi