Differenze tra le versioni di "Klaus Toppmöller"

m
Bot: fix redirect e "Uefa" -> "UEFA"
m
m (Bot: fix redirect e "Uefa" -> "UEFA")
Divenne allenatore del Salmrohr nell'estate [[1987]]. Il [[18 aprile]] [[1988]] passò all'[[SSV Ulm 1846|Ulm 1846]], dove rimase sino al [[febbraio]] [[1989]]. Dopo le dimissioni allenò in [[DDR-Oberliga]] l'[[Erzgebirge Aue]] (allora Wismut Aue) dal [[28 novembre]] [[1990]] al [[30 giugno]] [[1991]]. Poi guidò il [[SV Waldhof Mannheim|Mannheim]], in [[Fußball-Bundesliga|Bundesliga]], dal [[19 settembre]] [[1991]] al [[30 giugno]] [[1993]].
 
Riscosso un buon successo, fu ingaggiato dall'[[Eintracht Francoforte]], con cui ebbe un inizio molto promettente, ma la crisi nei rapporti con la squadra e cali di forma fecero perdere al club il campionato. Fu esonerato il [[10 aprile]] [[1994]]. Fu poi il [[VfL Bochum|Bochum]] ad assumerlo, il [[9 novembre]] seguente. Nella stagione [[Campionato di calcio tedesco 1998|1997-1998]] condusse la squadra della [[Ruhr]] agli ottavi di finale di [[Coppa UEFA 1997-1998|Coppa UEFA]]. Il [[30 giugno]] [[1999]] si dimise, ma fu allontanato definitivamente solo il [[29 novembre]] [[2000]].
 
Dal [[1º luglio]] [[2001]] al [[16 febbraio]] [[2003]] allenò il [[Bayer Leverkusen]]. Nella sua prima stagione guidò il club alla finale della [[UEFA Champions League 2001-2002|UEFA Champions League]] (persa contro il [[Real Madrid]]), al secondo posto nel [[Campionato di calcio tedesco 2002|campionato tedesco 2001-2002]] e alla finale di [[Coppa di Germania]] (dove la squadra fu sconfitta). Fu nominato dai giornalisti "allenatore dell'anno" nel [[2002]]. Nell'annata successiva, però, il Bayer Leverkusen non ottenne risultati soddisfacenti e, proprio quando rischiava la retrocessione, Toppmöller fu esonerato.
242 002

contributi