Differenze tra le versioni di "Artemidoro di Efeso"

 
==Papiro di Artemidoro==
{{vedi anche|Papiro di Artemidoro}}
Nel 1998, sulla rivista di [[papirologia]] «Archiv für Papyrusforschung» è stata data notizia dell'esistenza di un papiro di grandi dimensioni (alto circa 32,5 cm e lungo più di due metri, ripartito in numerosi frammenti) contenente un proemio ad un'opera geografica, una descrizione della Spagna con misurazioni di distanze fra località, una [[mappa]] e numerosi disegni di animali veri o fantastici e di parti di statue corredati da didascalie. L'identità di una parte del testo con il frammento 21 di Artemidoro ha indotto gli editori a identificare il testo con i ''Geographoùmena'' e a denominare il manufatto come [[papiro di Artemidoro]]. L'oggetto sarebbe perciò l'unico testimone diretto dell'opera, ma documenterebbe anche la più antica mappa e l'unico repertorio di bozzetti e schizzi (''cahier d'artiste'') conservatici dell'antichità.