Soggetto Oggetto Verbo: differenze tra le versioni

m (Bot: aggiungo template {{Avvisounicode}} (vedi qui))
 
== Esempi ==
wikipedi fa schifo solo con queste cose pperchè si possono modificare e se una persona non sa il significato della parola siamo messi male
=== Giapponese ===
Un esempio in giapponese è:
&#31169;&#12399;&#31665;&#12434;&#38283;&#12369;&#12414;&#12377;&#12290; (''watashi wa hako wo akemasu''.) che significa "Io apro una/delle/la/le scatola/scatole." In questa frase, &#31169; (''watashi'') è il soggetto (o più specificamente l'argomento) e significa "io" come nella prima persona singolare, ed è seguito da &#12399; (''wa''), il ''marcatore di argomento'' <!--topic-marker-->. &#31665; (''hako'') è l'oggetto e significa "scatola" (in giapponese non c'è distinzione tra l'articolo determinativo e quello indeterminativo, o tra il plurale e il singolare tranne in casi particolari), seguito da &#12434; (''wo'', pronunciato "oh" in questo caso) che in giapponese rappresenta il ''marcatore dell'oggetto''<!--object-marker-->. &#38283;&#12369;&#12414;&#12377; (''akemasu'') è la forma infinita del verbo che significa "aprire" ed è alla fine della frase. Tipicamente nel linguaggio più cortese si sopprime il riferimento diretto alle persone, preferendo verbi che implicano direzione: 本を下さい (''hon o kudasai'', "Per favore passami il libro"), una cui traduzione letterale potrebbe essere "passa giù il libro, per favore" che, anche se in italiano non suona affatto più cortese, indica come il richiedente si ponga in una posizione "più bassa" rispetto al secondo termine del dialogo.
 
=== Latino ===
Utente anonimo