La Provincia di Cremona: differenze tra le versioni

m
aggiorno template; fix minori, using AWB
m (titolo già disambiguato)
m (aggiorno template; fix minori, using AWB)
{{Testata giornalistica
{{Infobox stampa |
|nome = La Provincia - Quotidiano di Cremona e Crema |
|logo =
immagine =   |
|paese = [[Italia]] |{{ITA}}
|lingua = [[lingua italiana|italiano]] |
|periodicità = [[quotidiano]] |
|genere = stampa locale |
|prezzo di copertina =
|diffusione = [[Provincia di Cremona]] e zono limitrofe|
|data-diff = |
|fondazione = [[1947]]|
|proprietà = SEC - Società Editoriale Cremonese |
|politica = |
|sede = Via delle Industrie, 2 - 26100, [[Cremona]] |
|direttore = Vittoriano Zanolli|
|redattore capo =   |
|sito = http://www.laprovinciadicremona.it/ www.laprovinciadicremona.it |
|ISSN = |
}}
 
'''La Provincia''' è un giornale locale della [[provincia di Cremona]].
 
==Storia==
L’L'[[8 luglio]] [[1946]] un gruppo di agricoltori fonda la SEC, la Società Editoriale Cremonese (presidente Guido Grassi) che dà vita ad un [[settimanale]] politico-sportivo denominato “Il"Il Lunedì”Lunedì".
 
Pochi mesi dopo la SEC da alle stampe una nuova pubblicazione, denominato “La"La Voce del Po”Po". (direttore Giuseppe Romolotti). Si tratta di un passaggio fondamentale nell’editorianell'editoria locale del dopoguerra, caratterizzata in quei mesi soprattutto da fogli politici: il neodirettore dichiara fin dal primo numero l’intentol'intento di dar voce a tutti i cittadini, senza distinzione di ideologia. Questa pubblicazione cessa le pubblicazioni il [[27 aprile]] [[1947]] per dar spazio ad una nuova iniziativa: “La"La Provincia”Provincia"
L’[[8 luglio]] [[1946]] un gruppo di agricoltori fonda la SEC, la Società Editoriale Cremonese (presidente Guido Grassi) che dà vita ad un [[settimanale]] politico-sportivo denominato “Il Lunedì”.
 
A dire il vero il nuovo giornale si chiama “La"La Provincia del Po”Po": mantiene tale denominazione fino al [[1º settembre]] [[1948]]. La redazione si trova a [[Cremona]], in Piazza della Pace e primo direttore è Mauro Masone.
Pochi mesi dopo la SEC da alle stampe una nuova pubblicazione, denominato “La Voce del Po”. (direttore Giuseppe Romolotti). Si tratta di un passaggio fondamentale nell’editoria locale del dopoguerra, caratterizzata in quei mesi soprattutto da fogli politici: il neodirettore dichiara fin dal primo numero l’intento di dar voce a tutti i cittadini, senza distinzione di ideologia. Questa pubblicazione cessa le pubblicazioni il [[27 aprile]] [[1947]] per dar spazio ad una nuova iniziativa: “La Provincia”
 
A dire il vero il nuovo giornale si chiama “La Provincia del Po”: mantiene tale denominazione fino al [[1º settembre]] [[1948]]. La redazione si trova a [[Cremona]], in Piazza della Pace e primo direttore è Mauro Masone.
 
Il giornale esce inizialmente due volte la settimana, il giovedì e la domenica ed ha solo quattro pagine. Nel [[1947]], per le sue posizioni liberal-democratiche viene preso di mira dagli scontri di lotta politica che caratterizzarono quegli anni in vista delle elezioni del 1948: il [[14 novembre]] 1947 la redazione andrà completamente distrutta ed il giornale uscirà per un paio di edizioni in situazione di emergenza, persino in ciclostile.
 
Nel 1948 la redazione si trasferisce in Via Monteverdi, un anno dopo, l’l'[[11 giugno]] [[1949]], Mauro Masone viene chiamato a dirigere "[[Il Sole 24 Ore]]". Gli subentra Mario Levi, sotto la cui guida “La"La Provincia”Provincia" diviene definitivamente un [[quotidiano]] a quattro pagine (non esce il lunedì).
 
Sotto la guida di Giuseppe Sprovieri, succeduto a Mario Levi nel [[1951]], il numero delle pagine sale a otto, e cambia l’indirizzol'indirizzo la redazione che si trasferisce in Via Belcavezzo.
 
Nel [[1954]] ritorna Mario Levi che rafforza le pagine di cronaca allargandosi al territorio. Viene aperta, infatti, la redazione di [[Crema (Italia)|Crema]].
Dopo la tragica scomparsa di Soldi, affogato in un fiume durante un viaggio nel [[Borneo]], ritorna Mauro Masone, che potenzia ulteriormente le pagine di cronaca.
 
Nel [[1989]] il giornale cambia formato ed esce in [[tabloid]]. È lo storico momento dell’abbandonodell'abbandono delle rotative per far posto ai [[computer]]. Aumenta il numero di pagine ed il quotidiano inizia a presentare all’internoall'interno una edizione separata di cronache per il Cremasco.
 
Dal [[1996]] la Provincia esce anche il lunedì; dal [[1998]] la prima pagina viene stampata a colori ed viene aperta la redazione di [[Casalmaggiore]]. Nel [[2001]] vengono introdotte due prime pagine: una per Crema ed una per il resto del [[provincia di Cremona|territorio provinciale]].
 
Nel [[2002]] al quotidiano viene abbinato, il sabato, un settimanale di costume denominato “Più”"Più".
 
==Elenco dei direttori==
 
* Mauro Masone (1947-1949);
* Mario Levi (1949-1951);
 
===Proprietari del giornale===
 
*Libera - Confagricoltura (agricoltori) e Arvedi (imprenditore siderurgico)
 
 
{{Stampa Italiana}}
{{Portale|editoria}}
 
[[Categoria:quotidianiQuotidiani italiani|Provincia (di Cremona), La]]
[[Categoria:Provincia di Cremona]]
[[Categoria:Cremona]]
118 421

contributi