Apri il menu principale

Modifiche

Protagonista rifiuta "principale"
Nato intorno al [[960]] dalla [[Bagration|dinastia Bagrationi]], suo padre era il principe titolare del [[regno di Kartli]], e sua madre, Gurandukht, era figlia del sovrano georgiano [[Giorgio II di Abcasia]]. Venne adottato ancora giovane da uno dei suoi familiari senza discendenti, [[David III di Tao]], principe del [[Regno di Tao-Klarjeti]] e di quello di [[Tayk]], ed uno dei più potenti sovrani della regione del [[Caucaso]].
 
A quel tempo il regno di Abcasia era governato da un sovrano debole ed inetto, [[Teodosio III di Abcasia|Teodoro il Cieco]], suo zio materno; ma a causa della incapacità di governo del suo attuale sovrano il regno di Abcasia era immerso nella più totale anarchia e dilaniato da conflitti feudali interni. Protagonista principale di queste lotte intestine era il feudatario della regione del [[Kakheti]], il principe Kwirike II, il quale assaltò la regione di Kartli, che era sotto la giurisdizione dei sovrani dell'Abcazia, ponendo sotto assedio la fortezza di [[fortezza di Uplistsikhe|Uplistsikhe]]. In risposta a questa invasione, il governatore di Kartli, Ioane Marushis-dze, nel [[976]] chiese al re David III di Tao di prendere sotto la sua giurisdizione quella provincia, o in alternativa di darla in eredità al giovane Bagrat. In risposta a queste richieste David intervenne contro il principe Kwirike II che fu costretto ad abbandonare i suoi piani di invasione e a ritirarsi nel suo feudo. Successivamente a Bagrat venne data la regione di Kartli al cui governo fu posto come reggente suo padre il principe [[Gurgen di Georgia]]. Tuttavia, Kwirike II, non pago della prima sconfitta subita, assalì nuovamente il territorio di Kartli, ma grazie al pronto intervento di suo zio David III, il regno del giovane Bagrat fu salvato una seconda volta.
=== Re di Abcasia ===
Nel [[978]] re David III, in accordo con Ioane Marushis-dze, spinse il sovrano di Abcasia Teodoro III ad abdicare in favore di suo nipote Bagrat. Quest'ultimo lasciò sua madre, Gurandukht, come governatrice di Kartli e si trasferì nella città di [[Kutaisi]] per essere incoronato re di Abcasia. La scelta di incoronare il giovane Bagrat, erede sia dei [[Bagratidi]] che dei sovrani d'Abcasia, fu ben accetta anche dai signori locali, in continua lotta tra loro e con il potere centrale del regno.