Differenze tra le versioni di "Piana abissale"

→‎Morfologia: riferimento
(→‎Morfologia: riferimento)
 
==Morfologia==
Dal punto di vista [[morfologia|morfologico]], si tratta di strutture pressoché pianeggianti, sebbene leggermente convesse lungo la direzione di invecchiamento (raffreddamento ed addensamento) del materiale [[basalto|basaltico]] costituente. In realtà, le piane abissali sono caratterizzate dalla presenza di strutture morfologiche peculiari, come ad esempio la [[dorsale oceanica]], oppure rilievi montuosi sottomarini come i [[seamount]]<ref>{{cita o i [[Guyot]], quasi sempre di origine vulcanica (vestigia di vulcani ormai estinti), che possono raggiungere altezze variabili, comprese in generale tra qualche centinaio e qualche migliaio di metri.pubblicazione
| autore = Keating, B.H., Fryer, P., Batiza, R., Boehlert, G.W. (Eds.)
| data =
| anno = 1987
| mese =
| titolo = Seamounts, islands and atolls.
| rivista = Geophys. Monogr
| volume =
| numero = 43
| pagine = 319-334
| doi =
| id =
| url =
| lingua =
| accesso =
| cid =
}}</ref> o i [[Guyot]], quasi sempre di origine vulcanica (vestigia di vulcani ormai estinti), che possono raggiungere altezze variabili, comprese in generale tra qualche centinaio e qualche migliaio di metri.
 
Dal fondale oceanico, si possono innalzare edifici vulcanici, anche attivi, di notevole sviluppo verticale, che possono affiorare oltre il livello delle acque, originando delle isole vere e proprie, come le [[Hawaii]], nel [[Oceano Pacifico|Pacifico]]. Proprio alle [[Hawaii]] troviamo il [[Mauna Loa]], il più grande [[vulcano]] attivo al mondo, che si origina a 5000 m di profondità, sulla piana abissale, ed emerge per 4.169 m sul livello del mare, per un'altezza totale dell'edificio di circa 9.169 m.