Differenze tra le versioni di "Violenza contro le donne"

m
{{S sezione|sociologia}}
 
A partire dagli [[anni 1970|anni settanta]] il movimento delle donne e il [[femminismo]] in occidente hanno iniziato a mobilitarsi contro la violenza di genere sia per quanto riguarda lo [[stupro]] che per quanto riguarda il maltrattamento e la violenza domestica.
 
Le donne hanno messo in discussione la famiglia [[Patriarcato|patriarcale]] e il ruolo dell'uomo nella sua funzione di "marito/padre-padrone", non volendo più accettare alcuna forma di violenza esercitata su di loro fuori o dentro la famiglia.
{{citazione necessaria|
 
La violenza alle donne, in qualunque forma si presenti, ma in particolare quando si tratta di violenza intrafamiliare, è uno dei fenomeni sociali più nascosti, è considerato come punta dell'iceberg dell'esercizio di potere e controllo dell'uomo sulla donna e si mostra in diverse forme come violenza fisica, psicologica e sessuale, fuori e dentro la famiglia.}}
 
Già negli anni settanta le donne hanno creato i primi [[Centri antiviolenza]] e le [[Case delle donne]] per ospitare donne che hanno subito violenza e che potevano trovare ospitalità nelle case rifugio gestite dalle associazioni di donne.
7 677

contributi