Differenze tra le versioni di "Fortezza di Poggio Imperiale"

+ref
(+ref)
La fortezza venne realizzata su progetto di [[Giuliano da Sangallo]] tra il [[1488]] e il [[1511]]. La struttura venne commissionata da [[Lorenzo il Magnifico]] dopo che nel [[1478]] tutta la zona sud del dominio fiorentino era stata saccheggiata dalle truppe aragonesi rendendo inutili le strutture militare fin lì realizzate.
 
Nel progetto di Poggibonsi Giuliano da Sangallo ed il fratello Antonio, applicano le più avanzate innovazioni nel campo della "fortificazione alla moderna", che proprio tra il [[XV secolo|XV]] e [[XVI secolo]] stava rivoluzionando l'architettura militare a seguito dell'introduzione della armi da fuoco.
La fortezza fu uno dei primi esempi di applicazione pratica delle concezioni di fortificazione sviluppate fino a quel momento. La struttura è di primaria importanza nella storia dell'architettura militare. Infatti nessun altra opera militare realizzata in Italia centrale tra il [[XV secolo|XV]] e [[XVI secolo]] presenta la maestosità e la bellezza estetica di questa.
In particolare l'architettura della fortezza, che assume un ruolo importante nella storia dell'architettura militare, è caratterizzata dal fronte bastionato (tratti di mura da cui sporgono massicci torrioni), dall'assenza del camminamento di ronda in aggetto su beccatelli, e dalla forma poligonale dei bastioni. Quest'ultimo punto rappresenta per i sangallo un'importante evoluzione, in cu abbandonano le forme circolari dei bastioni utilizzate dalla bottega del Francione a cui hanno fatto riferimento neli anni della loro formazione professionale.<ref>D. Taddei, Giuliano e Antonio da Sangallo in "L’architettura militare nell’età di Leonardo" Atti del Convegno, 2007, pp. 231-253</ref>
 
La fortezza di Poggio Imperiale è da considerarsi come il prototipo di città bastionata dotata di forte che ritroveremo in gran parte dell'architettura fortificata dei secoli successivi.
 
Sul colle denominato Poggio Imperiale, colle dominate l'abitato di [[Poggibonsi]], non si volle solo realizzare una fortissima postazione militare ma si voleva anche realizzare una nuova città. Il progetto di realizzare una città sul colle di Poggio Imperiale non era nuova; nel luogo prescelto per la realizzazione dell'opera infatti sorgeva l'antica città di Poggiobonizio, potente feudo dei [[Conti Guidi]] conquistato e raso la suolo dai fiorentini nel [[1270]], ma sempre nella medesima area [[Arrigo VII|l'imperatore Arrigo VII]] nel [[1313]] voleva fondare la città di Monte Imperiale (progetto abortito per la morte dell'imperatore), invece della città rimase il nome (Imperiale ) al colle dominate Poggibonsi.
 
Dai bastioni della fortezza si gode un notevole panorama su Poggibonsi e i suoi immediati dintorni.
==Note==
<references/>
 
== Bibliografia ==