Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione ,  9 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
Il progetto è di [[Antonio da Sangallo il Vecchio]], documentato nel cantiere, con numerosi collaboratori, tra il 1499 e la morte del papa nel 1503, che qui lascia una delle più significative della sua attività. Sangallo in quegli anni è architetto di fiducia dei Borgia e specialista nella progettazione di "[[fortificazione alla moderna|fortificazioni alla moderna]]".<ref>M. Chiabò, M. Gargano (a cura di), ''Op. cit.'', 2003.</ref>
 
Dopo i Borgia la fortificazione passò al papato ed i lavori furono completati sotto [[papa Giulio II]], forse da [[Bramante]] e sicuramente da [[Antonio da Sangallo inil Giovane]].
 
Il forte aveva fin dall'inizio la doppia funzione di fortificazione e di "palazzo" con funzioni rappresentative e residenziali come sicura residenza, fuori Roma, per il papa. In esso vengono applicate le più moderne concezioni della fortificazione alla moderna con una forma pentagonale irregolare, con ai vertici bastioni poligonali rientranti e con la punta arrotondata e assenza di beccatelli in aggetto per la difesa piombante.