Differenze tra le versioni di "Siniscalco"

nessun oggetto della modifica
m
Nell'Europa occidentale il '''siniscalco''' (dal [[protogermanico]] ''sini-'', [[radice (linguistica)|radice]] che significa 'anziano', e ''skalk'', 'servitore') era originariamente colui che sovrintendeva alla mensa o, più in generale, alla casa della [[famiglia reale]] o di una grande famiglia [[aristocrazia|aristocratica]].
 
A partire dall'[[Carolingi|epoca carolingia]] in varie monarchie il titolo di siniscalco o '''gran siniscalco''' fu attribuito ad alti dignitari con funzioni di amministrazione della giustizia e comando militare.
 
Il [[Siniscalco di Francia]] (''Sénéchal de France'') fu, tra il [[X secolo]] e il [[XII secolo]], il più alto dignitario del regno: comandava le forze armate ed amministrava la giustizia e le rendite della casa reale. A partire dal [[1127]] la carica fu attribuita a nobili imparentati con la famiglia reale ma nel [[1191]], a causa dell'eccessivo potere che aveva accumulato, fu soppressa da [[Filippo Augusto]] che ne spartì le funzioni tra il ''[[Connestabile]]'' e il ''Gran Maestro di Francia''; la carica riapparve nel [[XIV secolo]] come titolo puramente onorifico.
Utente anonimo