Differenze tra le versioni di "Romanzo greco"

1 537 byte aggiunti ,  9 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (Bot: piping superfluo nei wikilink)
Per quello che oggi viene chiamato '''romanzo greco''' (o romanzo ellenistico) i [[Greci]] non avevano un termine preciso; le narrazioni "romanzesche" del mondo greco, infatti, non attirarono mai l'attenzione degli eruditi e dei [[grammatica|grammatici]] antichi. Questo "genere" rimase a lungo ai margini della cultura ufficiale, tanto che la critica se ne disinteressò completamente. Infatti esso non veniva nemmeno considerato genere letterario, ma una semplice ''lettura di svago''.
 
==L'origine==
I cinque romanzi greci conservati per intero (in [[Codice (filologia)|codici]] [[Medioevo|medievali]]) sono tutti di [[ellenismo|età ellenistica]] e [[età romana|romana]]:
* ''Chérea e Callíroe'' di [[Caritone]]di Afrodisia (risalente ad un periodo compreso tra il [[I secolo a.C.]] e la prima metà del [[II secolo]] d.C.)
* ''Leucippe e Clitofonte'' di [[Achille Tazio]] (II secolo)
* ''Dafni e Cloe'' di [[Longo Sofista]] ([[III secolo]])
 
Da questo è possibile dedurre che il romanzo greco nacque in [[ellenismo|età ellenistica]], quando la [[prosa]], che fino allora era stata usata per l'informazione oggettiva, fu utilizzata anche per l'invenzione fantastica. L'ambientazione storica di alcuni romanzi indica che il punto di riferimento dei loro autori era la [[storiografia]]. In particolare questo genere dovette svilupparsi in connessione con i nuovi indirizzi assunti dalla [[storiografia]] in [[ellenismo|età ellenistica]], con gli storici di [[Alessandro Magno]] che dettero ampio spazio all'elemento [[avventura|avventuroso]], ai racconti di [[viaggio]] e al gusto per l'[[esotico]]. Rispetto alla storiografia il romanzo si rivolgeva ad un pubblico culturale meno elevato, presentandosi come letteratura d'[[intrattenimento]] e di consumo.
 
Differenti ipotesi sono state fatte sull'origine di questo genere letterario, il primo fu '''Rhode''' che nel 1876 ipotizzò che il romanzo ellenistico è nato dalla fusione di racconti di argomento amoroso e altri dia rgomento avventuroso nel I secolo d.C. Quest'ipotesi fu smentita nel 1893 con il ritrovamento di un papiro, risalente al I secolo a.C., contenente il romanzo di [[Nino]], la storia del re assiro del VII secolo a.C. che a 17 si innamorò della cugina Semiramide ma per timidezza i due non riescono a confessare il proprio amore; purtroppo il papiro ci è giunto molto lacunoso e sappimo l'esito.
 
Un'altra ipotesi viene confutata dal filologo italiano '''Lavagnini''' secondo il quale il romanzo greco è frutto di una rielborazione delle leggende e dei miti del luogo di nascita dell'autore.
Secondo il filogo ungherese '''[[Kerényi]]''' il romanzo nasce da una reinterpretazione in chiave laica del mito di Iside e Osiride nel quale sono presenti sia il tema del viaggio sia l'argomento amoroso.
Il tedesco '''Weinreich''' invece crede che il romanzo sia un adattamento del poema epico al nuovo pubblico medio.
 
Ultima ipotesi è quella del '''Cataudella''' secondo il quale il romanzo ellenistico nasce nelle scuole di retorica dove i futuri oratori si allenavano declamando su argomenti fittizi (''declamationes'').
 
Non sappiamo quale sia l'ipotesi corretta siamo però certi che il massimo sviluppo del romanzo lo si ebbe nel I secolo d.C. grazie alla [[Seconda Sofistica]].
 
==Le trame==
Utente anonimo