Differenze tra le versioni di "Sanmiguelia lewisi"

nessun oggetto della modifica
(Nuova pagina: La sanmiguelia (Sanmiguelia lewisi) è una pianta estinta, vissuta nel Triassico superiore (circa 215 milioni di anni fa), i cui resti sono stati ritrovati in Nordamerica ...)
 
La '''sanmiguelia''' ('''''Sanmiguelia lewisi''''') è una [[pianta]] estinta, vissuta nel [[Triassico]] superiore (circa 215 milioni di anni fa), i cui resti sono stati ritrovati in [[Nordamerica]] ([[Colorado]] e [[Texas]]). E' considerata una delle più antiche [[angiosperme]] (piante con fiori).
==Descrizione==
Le [[foglie]] di questa pianta assomigliavano a quelle delle [[palma|palme]] attuali, è possedevano quattro ordini di venature parallele. Queste foglie erano di forma ellittica e pieghettate; raggiungevano una lunghezza di 40 centimetri e una larghezza di 25 centimetri, e si diramavano dalla sommità del fusto.
==Classificazione==
I primi fossili di questa pianta sono stati ritrovati in Colorado, e consistevano in frammenti di foglie. Ulteriori fossili provenienti dal Texas hanno permesso una ricostruzione più dettagliata della pianta: fusto, radici, rizomi, foglie e organi riproduttivi sono simili a quelli delle angiosperme, ovvero le piante con fiori. Secondo Cornet (1986), questa pianta rappresenterebbe un'angiosperma più primitiva delle [[magnolia|magnolie]] e vicina alla diramazione [[monocotiledoni]]/[[dicotiledoni]]. Altri possibili resti di angiosperme primitive, sotto forma di strutture fruttifere, sono stati ritrovati in [[Virginia]].
La supposizione che le angiosperme si siano sviluppate nel corso del [[Cretaceo]] (circa 120 milioni di anni fa) sarebbe quindi errata.
==Bibliografia==
Cornet, B., 1986. The reproductive structures and leaf venation of a Late Triassic angiosperm, Sanmiguelia lewisii. Evolutionary Theory, 7: 231-309.
32 495

contributi