Differenze tra le versioni di "Evenzio di Pavia"

nessun oggetto della modifica
Evenzio è citato da [[Sant'Ambrogio]] nella sua opera ''De officis'' come difensore di una vedova, che rivendicava i beni che le spettavano.
 
Secondo la tradizione Evenzio morì l'8 febbraio 397, pochi mesi prima di Sant'Ambrogio, e fu sepolto nella chiesa dei Santi Nazario e Celso, che in suo onore venne rinominata chiesa di Sant'Elvezio.
 
 
==Note==