Saiwa: differenze tra le versioni

193 byte aggiunti ,  11 anni fa
(nuovo logo, la sede è in provincia di Genova)
Nel [[1942]] La fabbrica viene ricostruita dopo i bombardamenti, e oltre all'aggiunta di nuovi forni, vengono costruite le prime macchine confezionatrici, che resero la Saiwa la prima azienda in [[Italia]] a distribuire biscotti confezionati.
 
Nel [[1965]] la Saiwa passa sotto il controllo della [[Nabisco]], multinazionale statunitense, sotto la quale nascono gli stabilimenti di [[Locate di Triulzi]] ([[1969]]) e di [[Capriata d'Orba]] ([[1985]]). Quest'ultimo in sostituzione dello stabilimento di Genova di Corso gastaldi, ormai obsoleto e circondato da abitazioni residenziali. La sede amministrativa resta a Genova in Via Cecchi.
 
Nel [[1989]] la Nabisco vende l'azienda alla [[Danone|BSN Gervaise Danone]].
 
Nel [[20082007]] lail [[Gruppo Danone]], che ha deciso di privilegiare la sua produzione di [[latticini]], cede l'intero ramo dei biscotti europeo, di cui fa parte la Saiwa, alla [[Kraft]] (si tratta quasi di un ritorno al passato, nel frattempo infatti l'azienda americana ha comprato anche la Nabisco); in tal modo l'azienda ligure comincia a commercializzare in maniera più capillare in [[Italia]] il biscotto [[Oreo]] (della Nabisco).
 
Nel [[luglio]] [[2009]] dopo l'incontro tra l'assessore alle Politiche Attive del Lavoro della regione Liguria, [[Enrico Vesco]],con una delegazione di sindacati ed RSU della Saiwa è emerso la volontà di Kraft Foods Italia di trasferire gli uffici e la direzione a [[Milano]], trasformando in sede secondaria quella genovese.<ref>http://www.regione.liguria.it/MenuSezione.asp?Parametri=1_2_7_2139_$1_2_7_2139_$Luglio$0$&idComunicato=9342</ref>
135

contributi